Creative Commons

Ho scoperto la licenza Creative Commons, sotto la quale ho posto questo sito. E’ una licenza per il nuovo mondo digitalizzato, che in sintesi cerca di sopravvenire al copyright visto che questo mal si presta ad essere utilizzato con i nuovi mezzi di comunicazione. La Creative Commons permette a chi produce di scegliere come il prodotto debba essere utilizzato dai fruitori nei vari contesti, quindi per esempio, essere utilizzato liberamente per tutti gli usi compresi quelli commerciali, oppure imponendo che i derivati debbano ricadere anch’essi sotto la medesima licenza.

Sta avendo molto successo (anche nel mondo commerciale) perché offre quella flessibilità che il copyright non può offrire e potenzialmente è rivoluzionaria almeno quanto la GPL.