Facce toste

E’ incredibile: il signor Berlusconi che bacchetta la politica italiana e fa del moralismo sulla connessione tra politica e affari. Vedere la sua faccia al telegiornale che commenta gli ultimi fatti con aria del padre costituente e’ davvero incredibile.

Proprio lui! Proprio colui che e’ stato uno dei vettori piu’ importanti, insieme a Craxi e al suo PSI, proprio di questo tipo di connessione nel senso piu’ immorale ed illegale, tanto da portare ad eventi epocali nella storia del nostro Paese come Mani pulite ed il passaggio tra Prima e Seconda Repubblica. Indicativo e’ il fatto che un importantissimo passaggio politico come quello sia stato determinato dal sistema giudiziario, il che fonisce una misura del grado di corruzione in cui era finito il mondo politico insieme a quello imprenditoriale e finanziario. Tutto questo, ovviamente, a spese nostre.

Ora non solo il signor Berlusconi si arroga il diritto di giudicare indirettamente tutti noi, ma anche uno dei suoi lacche’ piu’ zelanti, quello che deve sempre mettere una pezza sulle sue affermazioni avventate, il signor Bonaiuti, ci viene addirittura a dire che il suo padrone e’ praticamente un esempio di moralita’ e che ci sono i testimoni (non di parte, per carita’!) Ma che diamine? Possibile che ci ritengano cosi’ ingnoranti e smemorati da fare affermazioni del genere senza rendersi conto che cio’ e’ immorale ed offensivo? C’e’ da dire, per giustizia, che il signor Bonaiuti parla di una testimonianza che esiste “fin dalla sua discesa in politica”: prima, chissa’. Chissa’ se qualcuno si ricorda che il signor Berlusconi “e’ sceso in campo” per salvarsi e per salvare quello che rimaneva del vecchio sistema politico e i poteri forti dal crollo provocato da Mani pulite: e, con la sua discesa, ha compiuto l’ultimo passo verso la completa fusione tra affari e politica, altro che connessione!

Purtroppo devo dire che le loro bugie, quelle di tutti i politici, sono bugie efficaci perche’ raggiungono l’obiettivo per cui sono dette, perche’ nei fatti siamo un popolo di volgari ignoranti e menefreghisti, anche se non troppo cattivi, non troppo maligni, non troppo stupidi.

I nostri politici ci rispecchiano, con in testa alcune punte di diamante come il signor Berlusconi. I nostri politici, di destra di sinistra di centro di sopra e di sotto, non sono bugiardi patologici, sono bugiardi che sanno esattamente quel che fanno e perche’: come dice un personaggio del notevole American Beauty, “mai sottovalutare il potere della negazione.”

[Edit] Per stemperare un po’ l’indignazione, arriva la notizia di una fantastica vecchietta che ha denunciato il signor Berlusconi perché la sua pensione non è aumentata, è anzi diminuita. Anche qui, però, alla fine c’è poco da ridere.